Lo statuto e organizzazione

Articolo 1: Costituzione
E’ costituita una Fondazione denominata “Fondazione Idea Vita Organizzazione Non Lucrativa di Utilità Sociale”. Essa potrà far uso della denominazione in forma abbreviata “Idea Vita ONLUS”. La Fondazione risponde ai principi e allo schema giuridico della Fondazione di Partecipazione, nell’ambito del più vasto genere di Fondazioni disciplinato dagli articoli 12 e seguenti del Codice Civile.
La Fondazione non ha scopo di lucro e non può distribuire utili.
Le finalità della Fondazione si esplicano nell’ambito della Regione Lombardia.

Scarica qui lo statuto e l’atto costitutivo

Organi e cariche

Organi statutari della Fondazione

  • Consiglio di Indirizzo
  • Consiglio di Gestione
  • Presidente della Fondazione e Vice Presidente Vicario
  • Collegio dei Partecipanti
  • Collegio tecnico-contabile.

Consiglio di Indirizzo

Il Consiglio di Indirizzo è composto da sette membri (tre Fondatori Promotori, due Fondatori e due Partecipanti) e determina, in conformità agli scopi statutari, gli obiettivi ed i programmi della Fondazione e verifica i risultati complessivi della gestione della medesima.
In particolare provvede a:

  • stabilire le linee generali dell’attività della Fondazione e i relativi obiettivi e programmi, nell’ambito degli scopi e delle attività
  • approvare il bilancio di previsione e il bilancio consuntivo, predisposti dal Consiglio di Gestione
  • fissare i criteri per divenire Fondatori e Partecipanti alla Fondazione
  • nominare al proprio interno il Presidente della Fondazione ed il Vice Presidente Vicario.

Consiglio di Gestione

Il Consiglio di Gestione provvede all’amministrazione ed alla gestione della Fondazione, con criteri di economicità, efficacia ed efficienza, nell’ambito dei piani, dei progetti e delle linee di bilancio approvati dal Consiglio di Indirizzo. Il Consiglio di Gestione delibera a maggioranza dei presenti.
Esso è composto da tre membri: il Presidente della Fondazione di diritto e due membri nominati dal Consiglio di Indirizzo; questi ultimi restano in carica tre esercizi e sono riconfermabili. La veste di membro del Consiglio di Indirizzo non è incompatibile con quella di membro del Consiglio di Gestione.
Per una migliore efficacia nella gestione, il Consiglio di Gestione può delegare parte dei propri poteri ad alcuni dei suoi membri; risponde innanzi al Consiglio di Indirizzo della propria attività

Il Presidente della Fondazione e il Vice Presidente Vicario

Il Presidente della Fondazione, che è anche Presidente del Consiglio di Indirizzo e del Consiglio di Gestione, ha la legale rappresentanza della Fondazione di fronte ai terzi, agisce e resiste avanti a qualsiasi autorità amministrativa o giurisdizionale, nominando avvocati. Egli resta in carica tre anni ed è rieleggibile.
In particolare, il Presidente cura le relazioni con enti, istituzioni, imprese pubbliche e private e altri organismi, anche al fine di instaurare rapporti di collaborazione e sostegno delle singole iniziative della Fondazione.
In caso di assenza od impedimento del Presidente della Fondazione, il Vice Presidente Vicario lo sostituisce a tutti gli effetti.
Il Presidente può riunire le componenti della Fondazione in adunanza plenaria, momento di confronto ed analisi in cui si incontrano tutte le componenti della Fondazione. In tale caso intervengono, oltre a tutte le categorie di membri della Fondazione, i rappresentanti degli Uffici e/o Delegazioni estere, nonché osservatori di persone giuridiche private o pubbliche, Istituzioni od Enti italiani od esteri che ne facciano richiesta alle rappresentanze della Fondazione nel loro Stato ovvero alla Fondazione medesima.

Il Collegio dei Partecipanti

Il Collegio dei Partecipanti è composto da tutti i Partecipanti alla Fondazione. Nel caso di Partecipanti persone giuridiche o Enti, i rappresentanti da essi nominati nel Collegio dei Partecipanti durano in carica tre esercizi e sono confermabili. L’incarico può cessare per dimissioni, incompatibilità o revoca.
Il Collegio dei Partecipanti nomina i membri del Consiglio di Indirizzo di sua competenza.
Il Collegio dei Partecipanti formula pareri consultivi e proposte sulle attività, programmi ed obiettivi della Fondazione, già delineati ovvero da individuarsi. Al Collegio dei Partecipanti viene illustrato il bilancio consuntivo approvato dal Consiglio di Indirizzo, con indicazione analitica dell’impiego delle risorse della Fondazione ed illustrazione della relazione accompagnatoria.
Il Collegio dei Partecipanti è presieduto dal Presidente della Fondazione e dallo stesso convocato, almeno una volta l’anno, in periodo non recante pregiudizio all’attività della Fondazione stessa.

Il Collegio tecnico-contabile

Il Collegio tecnico-contabile è composto da tre membri effettivi, di cui uno con funzione di Presidente, e due supplenti nominati dai Fondatori Promotori a maggioranza.
Il Collegio tecnico-contabile è mero organo di consulenza tecnico-contabile della Fondazione, provvede alla verifica della gestione finanziaria, delle scritture contabili e dei flussi di cassa e redige apposite relazioni.
I membri del Collegio tecnico-contabile possono partecipare senza diritto di voto alle riunioni del Consiglio di Indirizzo e del Consiglio di Gestione.
I membri del Collegio tecnico-contabile restano in carica tre esercizi e possono essere riconfermati.

Le cariche

Presidente: Avv. Luigi Maravita
Vice Presidente: Dott. Bruno De Maglie
Consiglio di Indirizzo:  Luigi Maravita, Alfredo Anderloni, Elena Manzoni, Michele Procopio (in rappresentanza di Presente e Futuro), Anna Falcone
Consiglio di Gestione: Luigi Maravita, Francesco Allemano, Anna Falcone
Collegio tecnico-contabile: Simone Bruno, Matteo Insam, Laura Zerba